main content start,
Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit / A. Schoelzel
Das Gelände des Dokumentationszentrums 2017. Foto: Andreas Schoelzel
©Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit Berlin-Schöneweide, Volker Kreidler
© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit Berlin-Schöneweide, Volker Kreidler
©Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit Berlin-Schöneweide, Volker Kreidler
Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit/Steffen
Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit/Steffen
Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit
© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit. Foto: A. Schoelzel
"Zwischen allen Stühlen. Die Geschichte der italienischen Militärinternierten 1943–1945" © Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit. Foto: Andreas Schoelzel
Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit/Friedhelm Hoffmann

Dei 3000 campi di lavoro forzato nazionalsocialisti disseminati in tutta Berlino è rimasto oggi soltanto quello di  Schöneweide. Le 14 baracche in muratura, che dovevano ospitare 2000 lavoratori, vennero costruite da Albert Speer nel bel mezzo di una zona residenziale. Dal 1944 al 1945 vennero internati qui militari italiani, civili di diversi paesi e donne provenienti da campi di concentramento.
Nel 2006 ha aperto in questa area il Centro di Documentazione sui Lavori Forzati Nazionalsocialisti (Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit) e successivamente, nel 2013, è stata inaugurata la mostra permanente „Alltag Zwangsarbeit 1938–1945“ („Quotidianità dei lavori forzati dal 1938 al 1945), dalla quale emerge con chiarezza quanto fosse diffusa la pratica del lavoro obbligato durante il Nazionalsocialismo. Oggetti, fotografie e installazioni multimediali testimoniano in che misura il massiccio impiego del lavoro forzato fosse una prassi organizzata, quale fosse il quotidiano lavoro nel lager e il contatto con cittadini i tedeschi e come le diversità di trattamento dipendessero dalle ideologie razziste. Alcune biografie selezionate ripercorrono la vita di donne, uomini e bambini deportati da quasi tutta Europa.
La visita guidata permette di accedere alla baracca numero 13 nella Köllnische Straße, quella meglio conservata, dove sono ancora riconoscibili nel seminterrato le scritte lasciate sui muri da prigionieri italiani.

Orario d'apertura,

  • lunedì Chiuso
  • martedì-domenica 10:00 - 18:00
  • 24. Dicembre Chiuso
  • 31. Dicembre Chiuso

Sede,

Britzer Straße 5, 12439 Berlin

Telefono,

+49 (30) 6390288-0

Fax,

+49 (30) 639 02 88-29

Pagina web,

www.ns-zwangsarbeit.de

E-Mail,

[javascript protected email address]

Prezzo d'ingresso,

Ingresso libero

Mostre

© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit / M. Steffen
Blick auf "Baracke 13" © Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Foto: Matthias Steffen

Baracca 13

Vita quotidiana nel campo

© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit / V. Kreidler
Ausstellungsbeginn "Alltag Zwangsarbeit 1938–1945" © Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit. Foto: Volker Kreidler

Vita quotidiana lavoro forzato 1938-1945

© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit
© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit

Tra tutte le sedie

La storia degli internati militari italiani 1943-1945

Online: Finito ma non finito

Campi forzati nazisti a Berlino 1945

Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit

Lavoro forzato a Berlino 1938-1945

Národní archiv České republiky

Mostra online: L'uomo come merce

Lavoro forzato alla Siemens di Berlino

© Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit / Friedhelm Hoffmann

"Rosso spagnolo"

I lavoratori forzati spagnoli nella seconda guerra mondiale

Eventi

DZNSZA

Centro di Documentazione sui Lavori Forzati Nazionalsocialisti

La vita quotidiana dei lavoratori forzati sotto il nazionalsocialismo

Visita pubblica

Visita Guidata

DZNSZA

Centro di Documentazione sui Lavori Forzati Nazionalsocialisti

La vita quotidiana dei lavoratori forzati nel nazionalsocialismo

Visita guidata pubblica

Visita Guidata

Centro di Documentazione sui Lavori Forzati Nazionalsocialisti

"Spagnoli rossi" lavoratori forzati spagnoli durante la seconda guerra mondiale

Visita pubblica

Visita Guidata

Digitale

Biglietti

Ingresso libero

Telefono prenotazioni

+49 (30) 6390288-27

Service

  • Museum Shop
  • Biblioteca
  • Archivio
  • Fasciatoio

Telefono servizio

+49 (30) 6390288-0

Accessibilità

Mehr zur Barrierefreiheit bei mobidat.net

Audio-guide

In Tedesco, Inglese, Francese, Italiano, Spagnolo, Polacco, Turco, Niederländisch, Russisch, Arabisch, leichte Sprache.

Per persone con disturbi dell'apprendimento.