Museo Ephraim Palais Chiuso

Stadtmuseum Berlin

Mostra sulla mappa
Ephraim-Palais © Stiftung Stadtmuseum Berlin/Ephraim-Palais. Foto: Straube © Stiftung Stadtmuseum Berlin/Ephraim-Palais. Foto: Straube

Il sontuoso palazzo Rococò sul Mühlendamm venne fatto costruire tra il 1762 e il 1766 da Veitel Heine Ephraim, gioielliere di corte e coniatore di monete di Re Federico II. Già allora il palazzo era conosciuto come „l'angolo più bello“ di Berlino. Di particolare rilievo sono la facciata con colonnato, i pilastri sulle pareti e la balconata ornata da putti, oltre alla scalinata ovale con i gradini che si avvolgono a spirale.
Nel 1935 il palazzo dovette cedere il posto all'ampliamento del Mühlendamm. Solo nel 1985, in occasione dei festeggiamenti per i 750 della fondazione di Berlino e della ricostruzione del Nikolaiviertel, venne ricostruito a pochi metri dalla sua sede originaria anche l'Ephraim Palais. Per la ricostruzione vennero impiegati i disegni originali che all'epoca erano conservati a Berlino Ovest e che vennero portati a Berlino Est in cambio di altri beni culturali.
All'interno dell'Ephraim Palais il Museo Civico di Berlino (Stadtmuseum Berlin) organizza mostre tematiche di arte, storia e storia dell'arte berlinesi.
 

Museo Ephraim Palais
Poststraße 16
10178 Berlin

Telefono
+49 (30) 240 02-162
Pagina web
www.stadtmuseum.de/ephra…
E-Mail
[javascript protected email address]
Social Network
Facebook, Instagram, Twitter
lunedì -domenica
Chiuso

2020 wegen Umbaumaßnahmen geschlossen.

1. Gennaio
Chiuso
24. Dicembre
Chiuso
25. Dicembre
Chiuso
26. Dicembre
Chiuso
31. Dicembre
Chiuso
Prezzo d'ingresso
7,00 €

Kinder und Jugendliche bis 18 Jahre Eintritt frei.

Prezzo ridotti
5,00 €
Affiliato Museumpass Berlin

Museum Shop

  • buona accessibilità con sedia a rotelle buona accessibilità con sedia a rotelle
  • Ascensore solo parzialmente adeguato per sedie a rotelle Ascensore solo parzialmente adeguato per sedie a rotelle
  • Parcheggio per disabili Parcheggio per disabili

Mehr zur Barrierefreiheit bei mobidat.net

Immagini

Ultimi Tweet

Nach oben