Museo memoriale di Mori Ôgai

Mostra sulla mappa
© Wikimedia Commons. Foto: Beek100

Mori Ôgai (in realtà Mori Rintarô, 1868-1922) era un medico, traduttore, scrittore e critico. In seguito a una doppia laurea in medicina, conseguita con una pratica sia presso medici tedeschi in Giappone che in Germania, lavorò dal 1887 al 1888 all'istituto di Igiene diretto da Robert Koch. Accanto ai propri lavori e ai trattati medici, Ôgai tradusse in giapponese 130 opere di letteratura e cultura europea, tra cui il „Faust“ di Goethe. La sua novella di ambientazione berlinese „La ballerina“ è considerata in Giappone come l'inizio della letteratura moderna. Il Museo memoriale di Mori Ôgai (Mori Ôgai Gedenkstätte) fa parte del Centro di cultura giapponese all'interno della Humboldt Universität e ha sede in quella che fu la prima abitazione di Ôgai durante il suo soggiorno berlinese. Accanto alla mostra permanente che illustra la vita e l'opera di Mori Ôgai, vengono realizzate qui esposizioni temporanee, conferenze, proiezioni di film e corsi di calligrafia e ikebana. Sono inoltre a disposizione dei visitatori una biblioteca di opere in consultazione e un catalogo digitale di pubblicazioni scientifiche su Ôgai, oltre alle traduzioni delle sue opere.

Museo memoriale di Mori Ôgai
Luisenstraße 39
10117 Berlin

Telefono
+49 (30) 282 60 97
Pagina web
u.hu-berlin.de/ogai
E-Mail
[javascript protected email address]
lunedì -venerdÌ
10:00 - 14:00
sabato -domenica
Chiuso

Questo museo è chiuso per lavori di ristrutturazione generali.

Prezzo d'ingresso
5,00 €

Kinder bis 12 Jahre frei.
Führungen nur nach vorheriger Anmeldung: 30,00 € (mindestens 30 Minuten)

Prezzo ridotti
3,00 €

Biblioteca, Archivio

  • limited suitability for visual impairments limited suitability for visual impairments
  • well-equipped for deaf people well-equipped for deaf people
  • well-equipped for people with hearing impairments well-equipped for people with hearing impairments
  • limited suitability for people with learning difficulties limited suitability for people with learning difficulties

Mehr zur Barrierefreiheit bei mobidat.net

Immagini

Nach oben